Testimonials | Greenwood Garden School
16141
page-template-default,page,page-id-16141,page-child,parent-pageid-15913,bridge-core-2.3.4,ajax_fade,page_not_loaded,,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-22.0,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

Greenwood Garden School è la scuola in lingua Inglese che tutti i bambini dovrebbero avere la possibilità e la fortuna di frequentare. Le mie due figlie, in età prescolare, hanno avuto questa fortuna!  Una scuola fantastica con un giardino meraviglioso, dove i bambini possono correre e giocare liberamente. Un ambiente stimolante con uno staff professionale ed esperto. Le mie figlie andavano a scuola felici ed io ero serena. Un ambiente familiare in cui le mie figlie hanno imparato l’inglese senza stress, tramite il gioco, canzoncine ad attività prescolari divertenti ed interessanti. Alla fine del percorso di quattro anni, le mie bambine erano in grado di parlare, scrivere, e leggere in Inglese, in maniera consona alla loro età.  Ora le mie figlie sono adolescenti, parlano l’inglese in maniera fluente, sono praticamente padrone della lingua Inglese e tutto questo è sicuramente grazie alla Greenwood Garden che ha posto le fondamenta in maniera solida. Un’esperienza meravigliosa che le mie figlie ed io ricorderemo per sempre!


Mamma di Romana e Barbara

Mio figlio tutte le mattine si è svegliato con il sorriso sapendo che sarebbe andato a scuola. Conoscere la Famiglia Greenwood Garden è stata un’esperienza meravigliosa.

Io e mia moglie siamo rimasti entusiasti fin dal primo giorno. Una scuola gestita con grandissima Professionalità e Tanto Amore. Samuele è riuscito a crescere e motivarsi ogni giorno di più, grazie a l’aiuto di maestre straordinarie. L’insegnamento della lingua Inglese è stato di Grandissimo Livello.

Senza dubbi la migliore scuola materna che si possa trovare a Roma Nord.


Papà di Samuele

La Greenwood Garden School è una scuola internazionale dove mettono veramente al primo posto i bambini. Per loro nulla conta di più. Lo si capisce non solo dalle mille attenzioni che pongono e dalle tante attività che svolgono ogni giorno ma anche, e soprattutto, dalla serenità con cui i bambini affrontano la loro giornata lontana dai noi genitori.

Dico questo perché ogni mattina mia figlia si sveglia felice di andare a scuola e triste il sabato che non può andare. Stessa cosa mio figlio più grande, ormai da qualche anno alle elementari, che ancora la rimpiange. Questo aspetto è sempre stato per me e mio marito uno dei punti più importanti e rassicuranti nel lasciare i nostri figli.

Inoltre la scuola ha un bellissimo giardino dove permettono ai bambini di giocare sempre e sfogarsi più volte nella giornata, cosa non del tutto scontata. Il metodo devo dire che con il primo, che ha concluso tutto il ciclo, è stato molto efficace, ha imparato tantissime cose e, in particolare, è uscito che parlava inglese con un ottimo accento, o almeno questo è quello che hanno detto di lui le insegnanti madrelingua delle elementari.

In conclusione scuola super consigliata, anche per il modo in cui permettono a noi genitori di viverla e conoscerla tramite le tante iniziative che svolgono durante l’anno, una per tutte il mitico Art Day. In questo modo consente un incontro costante tra noi genitori, dando inizio a delle belle amicizie non solo tra i bimbi ma anche tra noi adulti.


Mamma di Francesco ed Eleonora

Giunti al momento in cui mia figlia stava per compiere 2 anni ho dovuto prendere una decisione importante per ogni genitore: dove la manderò a scuola l’anno prossimo? Come madre italiana che però lavora per un’istituzione americana, ho deciso che volevo il meglio di entrambi i mondi per mia figlia e volevo inoltre che imparasse una seconda lingua sin dall’inizio.

Ciò che mi piace di più della Greenwood Garden School, a parte i suoi grandissimi spazi esterni dove i bambini possono giocare liberamente, è che attraverso il gioco le maestre insegnano veramente ai bambini le basi della scrittura e lettura sin dal primo giorno. Mia figlia non ha neppure compiuto tre anni, eppure sa già contare e riconoscere (a volta prova anche a scriverli) i numeri fino a 10. Sta anche imparando a riconoscere alcune lettere e le forme.

La cosa che trovo più buffa è che Elena sa alcune parole meglio in Inglese che non in Italiano, ma non me ne preoccupo. Avrà tantissimo tempo per imparare alla perfezione la nostra lingua, mentre probabilmente questa sarà l’unica occasione che avrà per lungo tempo ancora di essere immersa nella cultura e lingua anglosassone.

L’altra sera, mentre preparava il suo zainetto, mi ha chiesto “Mamma possiamo andare a scuola ora?”. Ovviamente le ho dovuto spiegare (e convincerla) che dovevamo aspettare fino alla mattina dopo, ma non c’è rassicurazione più grande per un genitore che vedere la propria figlia entusiasta di ritornare immediatamente a scuola.

Grazie GGS!


Mamma di Elena

L’esperienza di mia figlia, e dell’intera famiglia, alla Greenwood è stata semplicemente fantastica!

Conserviamo con affetto ogni ricordo di questi anni: le accoglienze mattutine di Miss Jenai, gli Art Day, le recite di fine anno emozionanti e divertenti, e semplicemente l’insegnamento quotidiano. Ci mancano i sorrisi e la pazienza di ogni insegnante, l’importanza data all’arte, alla musica, alla lettura e, soprattutto, l’importanza data dallo staff a conoscere e apprezzare la personalità di ogni bambino, valorizzandone i punti di forza. Ogni insegnante ha avuto un grande impatto su Olivia e lei ha acquisito un lessico in inglese invidiabile per una bambina della sua età. E’ ormai passato più di un anno da quando abbiamo lasciato la scuola per iniziare le elementari e spesso Olivia ancora parla dei suoi amici e delle sue insegnanti della Greenwood. Saremo per sempre riconoscenti per quegli anni, nei quali non c’è stato un giorno in cui Olivia non fosse felice e non vedesse l’ora di andare a scuola! Ci manca la famiglia della Greenwood!


Mamma di Olivia